AETERNUS | Progetto fotografico di Meryam El Bouhati


Glocal. Resistenza. Tenacĭtas.

Orde di informazioni che circolano in pieno stato confusionale, una risoluta globalizzazione e la battaglia navale degli input oltreoceano.

Non è una fortezza.

Malleabile, la realtà spesso è alterata e stagna.

1.jpg

Cercare altri mondi, ma stavolta esistenti, nascosti all’ombra delle pietre. Un altro Marocco, ad esempio.

Il Marocco di un piccolo villaggio sconosciuto di una provincia poco nota, che si perde come una molecola di soluto nel solvente. La sua presenza, benché minimale, caratterizza la soluzione.

Un piccolo villaggio.

Meryam El Bouhati l’ha esplorato con perseveranza. Si è recata per tre anni nella moschea marabout che conserva le spoglie di Moulay Driss Primo.

All’interno della moschea, dice Meryam, “le persone hanno sempre l’aria di farsi carico di tutti i peccati del mondo”.

28.jpg

Ma è arduo vederne i visi. Gli sguardi sono bassi e le mani sembrano voler raccogliere un’acqua inesistente. Ogni giorno la stessa scena. Poche varianti spalmate su infiniti giorni.

3.jpg

Dov’è Dio se non qui? Se non tra i cappotti consunti, a righe, che da secoli vestono marocchini di origini amazigh. Se non tra le mattonelle artigianali che si uniscono l’una all’altra, in qualsiasi direzione, senza soluzione di continuità. Se non in quegli intonaci bianchi che contrastano pesantemente con i luoghi bui in cui l’eco si espande senza risparmiarsi.

Tra le pieghe dei visi? E’ qui l’acqua che cercavi, è qui Dio.

9.jpg

Davvero, non resta che srotolare e stendersi sul tappeto di fitta ignoranza che ci si porta dietro dalla nascita. Poggiare la fronte sudata su di esso, immaginare gli odori degli endroits più umidi e inventare fantasiosamente una gratuita protezione divina. Un’altra velocità del succedersi delle cose.

18

I riti che si ripetono. Evapora il bisbiglio delle persone. L’aria è densa. Dentro.

Fuori. La donna anziana insegna qualcosa di prezioso alla bambina e le due figure fanno parte di tutto il resto. Figure + contesto. Figure = contesto.

Come il ciclo dell’acqua. Uomo / territorio / Dio / territorio / Uomo.

Tutto il resto non ha valore. Neanche la distinzione tra vita e morte.

I colori non hanno valore. I vestiti e le scarpe nemmeno.

Le superfetazioni ritornano, inutili, come sempre.

24.jpg

Lo sguardo monocromatico di Meryam è consapevole, per questo ha deciso di testimoniare l’arcaico ed aeternus che si cela tra le spesse mura di una moschea fuori dalle orbite turistiche.

Testo a cura di Paola Corrias

©Fotografie di Meryam El Bouhati

Contatti:   Instagram  |  Web site  |  Facebook

Annunci

2 pensieri su “AETERNUS | Progetto fotografico di Meryam El Bouhati

  1. paolacorrias_,

    Don’t you wish you had a chance at becoming Instagram popular?

    Well, today I will teach you the best way to totally change the way you Instagram.

    Imagine: it is the wee hours of the morning and you told yourself you’d go for a run today.

    Roll over, check your cell.

    Click the Instragram App.

    You‘re surprised at what you see: Over 832 likes on a single one of your pictures! There, you see a a huge amount of likes on your pictures–over 832 on a single photo alone.

    Heading to the kitchen, you put the kettle on for some tea and check your Instagram while you wait.

    Bam! Another 20 likes.

    And here comes another message. It’s from some follower asking about your workout regime, and giving you daps on your sixth official month of practicing yoga.

    As you read it, you begin to smile. It is a super hot person, and they love your posts.

    Within minutes, your phone buzzes AGAIN.

    It’s another message coming in. You glance up at the clock–almost time for the gym. You will have to hit them up later.
    Let’s stop the simulation there. People have a hard time acquiring what they want in life. People can hardly get themselves to eat a good breakfast.

    Now, let’s learn to take control of your Instagram.

    Now, what if you increased your engagement by 100%, or 1000%?

    Truth is, it’s not the most complicated thing in the world to get more. For example, all the old pros use our website.

    Our lovely, confidential service quickly sends likes to your pictures a few minutes after you have posted them.

    If you are anything like our other valued compadres, you’ll have a great chance of hitting the “Top Post” section in a very short time.

    Sound too good to be true? Just follow these steps to get a taste:
    1. Click https://picturestorm.pro
    2. Enter in your Instagram username.
    3. The three pictures you uploaded last will receive 10 – 15 likes. Just like that.

    Being a regular on that page will accelerate your growth 10x, easy. You know where the answer to fame is. Now reach for it. Are you ready?

    Chow until next time

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...