BESTIARIO

Il 22 e il 23 settembre 2018 si è svolta la V edizione di Smart Cityness, presso gli spazi dell’EXMA di Cagliari.

Trasformazione” è il titolo della mostra collettiva curata da Daniele Gregorini.

Ho pensato di interpretare il tema assegnato, la trasformazione appunto, attraverso la realizzazione di un’opera site-specific che ha subito in loco l’ultimo intervento attraverso un’azione performativa.

L’opera è costituita da diversi layers. E’ la riproduzione tridimensionale, tramite modello architettonico, dello spazio espositivo che ospita l’opera stessa. Per brevità si vedranno solo due aspetti: il titolo e l’interpretazione del tema “trasformazione”.

BESTIARIO è il titolo e, in questo caso più che mai, è una componente fondamentale dell’opera.

Il termine BESTIARIO rimanda direttamente all’uso originario del luogo (mattatoio). Ma bestiario, o bestiarium, è altresì un testo focalizzato sulla descrizione degli animali (nel Medioevo anche quelli immaginarii).

BESTIARIO è inoltre il risultato del lavoro svolto da Georges Perec nel suo libro Espèces d’espaces, in cui sono descritti tutti i tipi di spazio, da quello critico a quello pubblico. Insomma, un bestiario di spazi.

Perché l’oggetto dell’opera è lo spazio pubblico. Ora.

La trasformazione è avvenuta attraverso una performance.

 

BESTIARIO di Paola Corrias

Si ringrazia Urban Center.

 

Annunci

“REVERSE: REV#3” – Alessandro Biggio – Marco Lampis – Pietro Mele – Quit Project – ExMa’, Cagliari

Questo slideshow richiede JavaScript.

9 maggio 2012

Reverse.

Il 9 maggio 2012 alle 18.00 l’ExMa’ ha aperto nuovamente la Sala delle Volte a una particolare sperimentazione: Rev#3, a cura di Micaela Deiana, su creazioni dii Alessandro Biggio e Marco Lampis.
In un secondo tempo è intervenuto Pietro Mele e il discorso si è fatto ancora più consapevolepur nell’assenza di qualsiasi pannello di sala.
Per il terzo passo si inserisce il Quit Project di Marcello Cualbu e Michele Casanova. Continua a leggere